Antichità Lugo e Poiesi

« Torna all'elenco

Antichità Lugo e Poiesi

Lamberto Poiesi e Luigi Lugo, uniti da una forte passione per l’arte e l’antiquariato, il 28 febbraio del 1971 decidono di aprire la loro attività nel cuore di Verona. Iniziando come arredatori d’interni, decidono presto di rilevare una galleria antiquaria preesistente, in via Portici 7, allestendo con passione ed eleganza il nuovo spazio.

Il negozio, che si articola su due piani, ha un sapore d’altri tempi ed entrando è facile lasciarsi trasportare dal suo fascino. Tra quadri, sculture, rami, argenti, maioliche e oggetti vari lo sguardo dell’osservatore si perde con facilità e stupore. Per entrare è necessario passare sotto i portici del ghetto ebraico di Verona, quasi un salottino nel centro storico della città. Circa a metà uno stendardo annuncia la galleria e proprio lì si trova l’ingresso. Varcando la soglia non è insolito percepire profumi floreali, generati da grandi composizioni di fiori freschi sempre presenti.

Un altare in legno del 1600 trasformato in sostegno espositivo, custodisce rami e maioliche rare, un tavolo spagnolo del XVII secolo sostiene candelieri, vasi lampade e sculture e ogni parete è adornata con quadri di epoche e stili differenti. Da quasi 45 anni fanno parte della storia delle botteghe del centro, vantando prodotti di qualità e prestigio. Questo piccolo scrigno, gestito dai due titolari è qualcosa di raro che ricercando sempre il bello va oltre le mode e le convenzioni, mantenendosi così vivo e pulsante.